?

Log in

No account? Create an account
 
 
19 May 2011 @ 07:13 am
[Fanfic] - Lovin'U - Parte 2  
Titolo: -Lovin' u-
Gruppo/Artista: KAT-TUN
Parte: 2/3
Parole: 1200 Ca
Coppie: JunDa
Genere: Introspettivo, angst, romantico
Rating: nc-17
Avvertimenti: Yaoi
Disclaimer: i nomi non sono miei, i personaggi sì
Note: Rory! Vedrai, riuscirò a rimettermi a paro con la tua ficci!! x°D



 

Tatsuya si chiude a chiave nel proprio bagno e poggia la fronte sulla porta. Il respiro non si vuole regolarizzare.

Dannazione. Le dita alla sua erezione. Geme.

Va a specchiarsi, il suo viso non era mai stato di quel colore rosso. Si sciacqua e spera di stare meglio, ma non riesco a cancellare dalla mente le sensazioni di poco fa.

Si morde le labbra. Bagna anche i capelli passandoci le dita in mezzo, e la frangia ricade scomposta, umida.

“Tatsuya!”

Cavoli, Junno, prendi tua figlia e vattene. “Tatsuya, non farmi gridare.”

Si avvicina di nuovo alla porta e poggia le spalle contro di essa.

“Junno, è tardi...” dice.

“Non possiamo lasciare la cosa in questo modo.”

Tatsuya sorride. Come sei maturo.

“Mi dispiace.”

“Ma di cosa!? Apri la porta, fammi entrare.” La sua voce è diventata aspra, tutt’a un tratto.

Sei arrabbiato con me? Non lo sopporterei. Gira la chiave nella toppa e Junno è subito dentro. Lo guarda e Tatsuya si fissa i piedi.

“Non so, Tatsuya,” dice, improvvisamente insicuro, “Se ciò che ti ferma è il fatto che io abbia una figlia... se è questo...”

Tatsuya non capisce. Torna a posare gli occhi sul suo viso.

“Se è questo,” ripete, “Non c’è davvero modo che tu possa volermi bene lo stesso?”

“Eh?”

“Ma se me lo chiedi, non posso che scegliere lei.”

“Fermo, fermo!” esclama Tatsuya “Che dici? Non... non è per questo! Non ti chiederei mai di scegliere!”

Junno aggrotta le sopracciglia. Allora perché?

“Tu sei troppo... troppo...” Tatsuya non trova le parole, “Sei troppo per me. Non ti merito.”

“In che senso?”

“Insomma... sei perfetto. La tua vita è perfetta, tua figlia, il tuo lavoro... la tua personalità e maturità...”

 Junno lo prende per le spalle di colpo.

“Che dici? Io, perfetto? Sai che vuol dire crescere una figlia da solo? Sapendo che sua madre se ne sbatte altamente di lei? Il mio lavoro... finché tu non sei venuto con Sky, lo odiavo! Lo sai? La madre di Kazuko l’ho conosciuta là... lo odio quel posto, e l’odore che emana.”

Tatsuya ha improvvisamente la bocca asciutta. Non sa cosa dire.

“Perfetta? Kazuko... tu non la conoscevi com’era prima di tre anni fa... lei non rideva, non parlava quasi mai. Il fatto che non abbia mai conosciuto sua madre è stato un trauma! Per lei, e per me... questa maturità che dici è solo finzione... è solo una costrizione. Dentro di me sono folle. Non sai cos’abbia pensato di fare più di una volta...”

“Mi spaventi...”

“Ti prego... ho bisogno di te...”

Tatsuya sbarra gli occhi. Eh?

“Okay!” dice poi Junno, “Va bene anche com’era prima... va bene anche solo incontrarci casualmente al parco! Basta che non mi dici che non possiamo più vederci... senza di te, perderei il mio equilibrio...”

Junno gli lascia le spalle. A Tatsuya fanno male i punti in cui aveva impresso le sue dita.

“Ho pensato più volte a cosa sia quello che provo quando ti ho vicino...” continua Junno, “Ci ho pensato... è qualcosa di nuovo...”

Tatsuya perde il filo del discorso. Possibile che...

“Può essere che sia innamorato di te?” trattiene il fiato, teme la reazione dell’altro.

“Tu...” comincia Tatsuya, “Tu non sei gay...”

“E non posso amare una persona solo per questo?”

Faccio un passo indietro. Se sei così diretto, potrei anche crederti.

Junno muove un passo in avanti, sa che potrebbe rovinare tutto, ma sa anche che Tatsuya non riuscirebbe comunque a tornare a com’era la loro relazione prima di quella sera. Raggiunge il suo braccio, lo sfiora, non lo stringe e l’altro non si tira indietro. Tatsuya continua a non guardarlo ma si lascia abbracciare una seconda volta.

Junno lo avvolge con le sue braccia, ma quasi non lo sente, quella presa è come impalpabile.

Perché?

Tatsuya vorrebbe sentirlo di più, perché ora non mi stringi? Porta le dita alle sua schiena e sprofonda la testa nel suo petto. L’altro viene un po’ colto alla sprovvista, osa sorridere.

“Va bene?”

Tatsuya annuisce impercettibilmente e si abbandona alle sue braccia che finalmente lo intrappolano. Junno gli passa le dita tra i capelli un po’ umidi.

“Hai bagnato i capelli?” chiede e lo guarda negli occhi.

“Sì...”

Junno annuisce e sorride, poggia le labbra sulla fronte bollente, facendosi largo tra i ciuffi di capelli più scuri a causa dell’acqua. Le dita continuano a carezzargli la nuca, e Tatsuya non si sente sfruttato. Come se l’altro non stesse approfittando affatto del suo corpo per mera curiosità.

Sembri quasi sincero.

Junno gli osserva le labbra. Si avvicina, e i loro nasi si sfiorano. Sta aspettando qualcosa, Tatsuya spera che non sia il proprio consenso. Non sa cosa dire, ma ha una vaga idea di cosa fare: si sporge leggermente e le loro labbra si toccano. Junno resta immobile. Tatsuya torna a baciarlo, una, due, tre volte. Alla quarta Junno ricambia.

Le sue dita scorrono leggere sopra al tessuto della camicia dell’altro. Nessun altro rumore, solo quello dei bottoni che si slacciano.

Tatsuya lo osserva, tremi un po’. Quando arriva in fondo gli prende le mani tra le proprie.

“Aspetta...” sussurra e corre a chiudere la porta del bagno. Junno lo segue e lo fa voltare non appena la chiave viene girata nella toppa. Clack. Un altro bacio.

Junno passa le dita sul suo petto scoperto e finisce di sfilargli la camicia. L’altro sorride e gli stringe i capelli, mentre una scia di saliva inizia a bagnargli gli addominali fino all’ombelico.

Ride piano, mi fai solletico. E il pavimento è piacevolmente freddo.

 

Junno si muove con circospezione, con dolcezza. Tatsuya inarca la schiena, fortuna che oggi pomeriggio ho pulito il pavimento.

“Che ridi?” ansima Junno, e gli scansa la frangia dalla fronte.

“Niente... pensavo a delle scemenze...”

“Non mi sembra il momento,” sorride, e si sforza di entrare di più. Tatsuya si porta le dita a tapparsi la bocca.

Junno vorrebbe tanto impedirglielo ma sa che non sarebbe saggio, continua a spingere. Questa volta il gemito è ben udibile.

“Ah...” ansimano, “Scusa...” sussurra Junno. E’ doloroso, lo legge nel suo viso. Ma Tatsuya scuote il capo.

“Ancora...” geme.

Junno tenta di muoversi più velocemente.

“La prossima volta...” sussurra Tatsuya, “Andiamo nel mio letto.”

La prossima volta? Junno cerca di non perdere la concentrazione. Ancora un po’. Tatsuya inizia a rilassarsi, prende il ritmo dell’altro, e lo asseconda. Tatsuya viene una seconda volta, e il pavimento si fa scivoloso.

Poi Junno esce con lentezza.

Tatsuya continua ad ansimare sotto di lui, gli occhi socchiusi che lo osservano. Junno gli accarezza il viso, scende a baciargli le labbra, trema a quel contatto e Tatsuya infila la lingua con desiderio.

Non sei ancora soddisfatto? Junno sorride e l’altro si alza seduto cogliendolo di sorpresa. Lo spinge indietro e la schiena di Junno sbatte contro il muro. Ah...

Domani non riuscirò a boxare... Si posiziona sopra l’altro e riprende a baciarlo.

Intanto le dita raggiungono il sesso gonfio di Junno e iniziano a massaggiarlo. Geme soffusamente. Poi si avvicinano alla sua apertura. Tatsuya lo guarda così come aveva fatto l’altro poco prima.

Junno schiude le labbra e allarga un po’ più le gambe. Un primo dito.

“Shhh...” sussurra Tatsuya e gli bacia le labbra. Un secondo, e Junno si morde il labbro inferiore per non gridare ancora.

Le dita bagnate si sfilano di colpo.

“Papà!”

A Junno viene un colpo.

Tags: ,
 
 
Mood: annoyedannoyed
 
 
 
eos_92eos_92 on May 19th, 2011 12:21 pm (UTC)
Ma--- che cos'era la "Nota"?? Non c'entra nulla con la tua JunDa xD

Va be'.. bella 'sta parte, ma io sono una porca.. xD
Mi piace soprattutto il cambio dalla terza persona alla prima, perché mi aiuta ad immaginare la scena. I pensieri diretti dei personaggi mi delineano i tratti dei loro visi, la luce negli occhi, l'espressione delle labbra. Ed è la prima volta che mi succede in assoluto ^^. Con questa bella JunDa.. hai inaugurato un nuovo stile! Molto, molto efficace!

La scena in sé è davvero dolce.. e.. ho trovato due riferimenti xD:
1- "“Mi spaventi...”" -> come sul manga della Mizushiro, ricordi? Anche se l'atmosfera era completamente diversa!
2- "porta le dita alle sua schiena e sprofonda la testa nel suo petto." -> come sulla doujinshi Maruda "Sanctuary"! E queste scene mi hanno aiutato ad immaginare ^^

Poi.. non posso non ricordare un po' quello che è successo.. mi perdonerai!
"“Insomma... sei perfetto. La tua vita è perfetta, tua figlia, il tuo lavoro... la tua personalità e maturità...”" -> Non so se tu ci abbia pensato coscientemente oppure se è stato il tuo inconscio a farlo! (Lu poru x°°D) Ma mi ha fatto piacere leggere queste righe! Grazie!

Bah.. perché i figli interrompono sempre nei momenti meno opportuni?? xD

Aspetto l'ultima parte! (Anche se già l'ho letta xD)
A dopo!
Ti voglio bene <3
Cry-Chan desu <392missmurder92 on May 19th, 2011 03:40 pm (UTC)
la nota... boh! non c entrava nulla in effetti x°D Ma da qualche parte volevo metterlo ^^

Grazie per le riflesioni *-* Sai, il fatto che ti sia piaciuto questa nuova tecnica di passare dalla prima alla terza persona(de lillo insegna xD) è davvero importante per me ^//^

I riferimenti... quello del gatto e del topo non ci avevo pensato! E nemmeno l'altro di sanctuary o.o Il mio inconscio sta prendendo il potere!! O.o (colpa di fred e gorge x°D) Però ora che ci penso... torno spesso con la mente a sanctuary, e quindi mi piace se hai pensato a quella scena! perchè direi che ci sta! ^^

L'ultimo rifrimento... quello personale... diciamo che è venuto fori inconsciamente, ma nel momento in cui mi sono resa conto che Ueda pensava quelle cose di Junno è stato tutto chiaro, e ho capito da dove veniva fuori quella frase che hai citato x°D

Ancora scusa Rory T_T Comincio a credere di parlare continuamente senza pensare .-. mah!

Allora all'ultima parte!!! <3<3
Grazie, ti voglio beneeeeeeeeeeee!!! <3
chu ~

ps. commento sconclusionato! ma sono fusa da matematica, gomen!
eos_92eos_92 on May 19th, 2011 05:41 pm (UTC)
Va bene anche se è stato il tuo inconscio =P Tanto sei stata lo stesso tu!
E non pensarci più!! >.<

Per il nuovo modo di scrivere alla De Lillo.. magari è una tecina solo per questa fanfic.. oppure sarà anche per le prossime.. vedi tu come ti viene.. ma in questa ci sta benissimo!!

Anche il mio commento è piuttosto fuori! Colpa ai neuroni gay che non posso adottare figli x°°D

Un bacione <3

silviatheangelsilviatheangel on May 19th, 2011 03:54 pm (UTC)
oh mio dio e ora che succede? non lasciarmi così!!!!!!!
è la prima volta che sento di un junno passivo
continuala,ti prego, è troppo bella!
Cry-Chan desu <392missmurder92 on May 19th, 2011 04:07 pm (UTC)
Ah, Junno passivo ^^ Ma non troppo :P
Comunque la ficci l ho finita! (ti ho detto no, che non posto mai le ficci prima di concluderle xD) E il resto lo posto domani!! Fortuna te che continui a leggerle ^^ Grazie davvero!! <3<3

un bacio!